Home

Un’altra me sapevo esistesse
prigioniera dell’occulto

non si divincola (ha lo sguardo basso)
il pensiero fisso
il soggetto è ossessivo.

Se tra le stelle trovassi
il coraggio di prenderci per mano,
la luna continua a rotolare.

Se la coda del cane
divincolandosi mi aprisse le porte del tuo sorriso,
il vento si porta via le foglie fredde.

Se il cappotto di lana ondeggia,
riesco a fissare un cespo d’erba,
la signora cammina a passi veloci
attraversa il parco.

Se l’aria si ostina
vuole soffiarmi il viso
riesco a sentire il freddo sulla pelle!
i giornali sono arrivati nei pacchi.

Se la mattina ha le coperte
calde,
se sapessi scrivere
che sono io e nessun altro.

Annunci

Puoi lasciare qui un commento, grazie

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...