Home

Ho posato
sulle mani tue aperte
il mio cuore di latta.
Le hai richiuse
e con un ‘grazie’
sei andato via.

A te invece ho regalato
la mia speranza,
i miei sguardi e i silenzi.
E di un sorriso beffardo
ti sei confuso
nel buio della notte.

Nel marasma
della socialità sciatta
a te avevo confidato i miei sogni
e le passioni
di una gioventù sfiorita.
Ora sei in qualche bar
a chiacchierare con un’altra
ennesima me.

E io sono qui
a confidarmi con te
mutissima penna.

Annunci

Puoi lasciare qui un commento, grazie

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...