Home

Arriva la “tappa dell’anno e mezzo/due”, decisiva, e capisco se la maglia rosa è mia o se ho perso ogni chance di vincere il Giro.

Quando con una persona non va, qualsiasi sia lo pseudo sentimento che ci lega, sia essa un uomo o una donna, dopo due anni i nodi arrivano al pettine. E spesso è perché non c’era vero interesse, non c’era la voglia per alcuni, il coraggio per me ed altri, di affrontare subito e volta per volta le questioni, di essere schietti, di parlare delle situazioni che creano disagio, come fosse una necessità; per accettare le debolezze dell’altro, senza (per questo) subirle.

LE AZIONI SONO RIVELATRICI, non le parole. Chi tiene ad una persona si impegna per ottenere quello che desidera, non rimane passivo.

In caso contrario si sta cercando piacere nel tenerla là come uno specchio, che ricordi e rassicuri su chi siamo e quanto valiamo; o la si usa per raggiungere uno scopo, una frequentazione di comodo insomma.
Così non vale la pena esprimere le proprie emozioni; poi arriva semplicemente il fastidio, più forte di quel briciolo di sentimento, che forse legava.

Infine c’è l’indifferenza… perché i “due anni” non perdonano mai la superficialità dei rapportI :'(

Puoi lasciare qui un commento, grazie

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...