Home

F. NIETZSCHE, Della castità, da Così parlò Zarathustra, titolo originale:”Also sprache Zarathustra“. Traduzione di M. Montinari.

Io amo la foresta. Male si vive nelle città: vi sono troppi libidinosi. Non è meglio cadere in mano ad un assassino che nei sogni di una femmina libidinosa? E guardateli, questi uomini: il loro occhio lo dice   non conoscono nulla di meglio al mondo che giacere con una femmina. Fango è nel fondo della loro anima; e guai, se il loro fango ha perfino spirito! Almeno foste perfetti come animali! Ma l’innocenza è propria dell’animale. Forse che vi consiglio di uccidere i vostri sensi? Io vi consiglio l’innocenza dei sensi. Forse che vi consiglio la castità? La castità è in alcuni una virtù, ma in molti sfiora il vizio.

Guarda la copertina del libro


E. FROMM, L’arte di vivere, a cura di R. FUNK, titolo originale :”Life between having and being“.
La miscellanea di interviste, conferenze e frammenti tratti dagli scritti di Erich Fromm è appassionante; sorge spontaneo il desiderio di leggere le opere da cui è tratta per approfondirne le tematiche. Avere o essere?

Dal punto di vista storico biologico

il carattere degli uomini si sviluppa in modo tale che questi, in una determinata società, vogliono fare ciò che devono fare;

essi vengono cioè indotti dal carattere a pensare, a comportarsi, a reagire esattamente nel modo in cui è necessario, nelle condizioni sociali date, per la conservazione della società nel suo complesso – e non solo per la conservazione della specie. In una società di guerrieri, per esempio, l’uomo deve avere un carattere bellicoso, aggressivo. Deve andare volentieri in battaglia, gli deve piacere combattere e uccidere. Lo stesso individuo sarebbe completamente disadattato in una società di agricoltori tra loro solidali: non sarebbe capace di sopravvivere, perchè in una società di questo tipo non c’è posto per le sue qualità. […] L’uomo moderno, l’uomo della società cibernetica, il cui carattere tipico è quello mercantile, è indotto a sottoporsi ad una autorità anonima, a fare ciò che l’organizzazione gli richiede, a non avere sentimenti, a produrre profitto, a essere abbastanza ambizioso da farsi avanti, ma solo nella misura in cui ciò è funzionale alle richieste sociali. A causa di fattori individuali o costituzionali esistono sempre persone non conformi al carattere della società. Non ci sarebbe alcuno sviluppo storico se in ogni società non esistessero uomini che, proprio perchè non conformi al carattere sociale, sono in grado di modificare la società e di agire in modo rivoluzionario.

Grazie Yuri2017

Guarda la copertina del libro

Annunci

Puoi lasciare qui un commento, grazie

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...