Home
SAFFO, Liriche e frammenti, a cura di E. SAVIANO. Trad. di S. Quasimodo ed E. Saviano.
Frammento 116.
                        Quale dolce mela che su alto
                        ramo rosseggia, alta sul più
                        alto; la dimenticarono i coglitori;
                        no, non fu dimenticata: invano
                        tentarono raggiungerla…

SAFFO, Liriche e frammenti, a cura di E. SAVIANO. Trad. di S. Quasimodo ed E. Saviano.
Letti durante il liceo e troppo in fretta dimenticati.
Frammento 131.
                         A.”Fanciullezza, fanciullezza, mi lasci, dove vai?”

                                                                               B.”Non tornerò più da te, mai più tornerò.”


H. HESSE, Gioia del pittore, poesia 1918. Titolo originale:”Malerfreude“.

I campi fruttano grano e costano denaro, i prati sono sorvegliati da filo spinato; bisogno e cupidigia si innalzano, tutto appare corrotto e murato.
Ma qui, nei miei occhi risiede un altro ordine di tutte le cose: il viola si stempera, il porpora vince, e io canto la loro innocente canzone.
Giallo su  giallo e giallo insieme a rosso, freddi azzurri soffusi di rosa, luce e colore vibrano da mondo a mondo, s’inarcano e rifluiscono in ondate d’amore.
Domina lo spirito, che risana ogni male, verde risuona dalla fonte novella, il mondo si fa nuovo, colmo di senso, e nel cuore c’è limpida letizia.
Annunci

Puoi lasciare qui un commento, grazie

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...